Fiom: “Sulla Bv Tech la Regione onori gli impegni”

I lavoratori ex Bat, passati a Bv Tech dopo la chiusura della Manifattura Tabacchi, nonostante i corsi di formazione sono fermi dal 2008. E a luglio scadrà la cassa integrazione.

19 apr. – La Fiom chiama in causa la regione per i dipendenti Bv Tech. I lavoratori sono 58 metalmeccanici, dal 2008 in attesa di essere reimpiegati nel settore dei servizi informatici. Giovedì il sindacato incontrerà l’assessore regionale alle attività produttive Gian Carlo Muzzarelli per discutere il loro futuro.

La storia dei lavoratori dell’ex Manifattura Tabacchi è lunga, e a dir poco travagliata. Un tempo dipendenti dei Monopoli di Stato, i lavoratori nel 2003 passarono alla BAT Italia (divisione della multinazionale British American Tobacco), e solo nel 2008 alla Bv Tech. All’epoca fu loro promesso il pieno reimpiego dopo una fase di formazione poi conclusasi nel marzo 2010, ma una volta terminati i corsi (costati 200.000 euro alla Provincia solo per la prima tranche), il loro destino fu la cassa integrazione.

Il loro futuro al momento sembrerebbe quello di essere riassorbiti da una nuova società, Sinergie d’impresa, partecipata al 60% da Bv Tech e al 40% da Omnicoop, ma la Fiom vede troppe incertezze in questo progetto. Il sindacato chiede alla Regione, al tempo cofirmataria di un protocollo nel quale si garantiva il loro reimpiego, di farsi garante per un piano industriale coerente e serio.

La risposta di Muzzarelli, interpellato sull’argomento, però è molto secca: non è previsto nessun canale preferenziale per i 58 operai. “La Regione aiuta tutti, ma dentro i bandi” è il suo commento. “Il futuro di queste persone lo chiederò giovedì ai responsabili dell’azienda. Da tempo – aggiunge – aspetto da loro un piano industriale”

Attualmente 40 dei 58 lavoratori sono ancora in CIG ordinaria, in scadenza a luglio, mentre i restanti 18 sono utilizzati per le mansioni più disparate. Quelli al lavoro già dalla scorsa settimana portano avanti uno sciopero di due ore al giorno, mentre quelli in cassa integrazione sono presenti con presidio di fronte agli uffici di Bv Tech, in via della cooperazione.

Questa voce è stata pubblicata in Cronaca e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fiom: “Sulla Bv Tech la Regione onori gli impegni”

  1. Enri ha detto:

    Originariamente pubblicato su Radio Città del Capo martedì 19 aprile 2011.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...