Afghanistan, il volto perduto

15 mar. – Apre oggi all’Archiginnasio l’esposizione“Afghanistan, il volto perduto”, promossa dalla ong emiliano-romagnola GVC. La mostra fotografica presenta un’immagine inedita di questo paese, agli antipodi rispetto a quello attuale.

(per le foto, andate qui)

Le immagini della collezione Schinasi sono state scattate lungo un periodo di quasi un secolo: dal regno dell’emiro Abd-al Rahman, conclusosi nel 1901, fino al 1978.  Le immagini esposte sono solo una parte del vastissimo fondo, composto da quasi 4000 foto, e sono state selezionate dai curatori Valerio Pellizzari e May Schinasi con un’idea ben precisa in mente: mostrare come, diversamente dal paese di cui siamo abituati a sentir parlare ora, l’Afghanistan dell’epoca fosse un paese di grande cultura e all’avanguardia nelle arti; un paese in cui tradizioni e modernità si fondevano armonicamente, e la cui capitale Kabul era soprannominata “la Parigi dell’Asia”.

Le Foto di edifici e giardini tradiscono un gusto che si ispira a quello occidentale, mentre le foto degli stabilimenti industriali, costruiti trasportando a dorso d’elefante i macchinari a vapore attraverso le montagne, ci mostrano impianti capaci di dare impiego a 6000 operai. La sezione sulle donne, poi, è quella più in stridente contrasto con l’attualità.  Un’immagine dei primi anni ’70 ritrae una giovane e sorridente insegnante d’inglese che a volto scoperto (siamo ancora ben lontani dal regime dei talebani e dall’introduzione dell’obbligo del burqa) scrive “Kiss me” su una lavagna.

Una selezione di foto è stata pubblicata lo scorso ano in un’edizione speciale de L’Europeo dal titolo “Afghanistan, l’altro sguardo”, e presentata al festivaletteratura 2010 di Mantova.

Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, Foto e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Afghanistan, il volto perduto

  1. Enri ha detto:

    Originariamente pubblicato (con modifiche) su Radio Città del Capo Martedì 15 marzo 2011

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...