Vandalismo e depredazioni al Muro dei fucilati alle Caserme Rosse, Armando Sarti: “siamo senza parole”

Scalzati e sottratti laterizi dal muro, e manomesse le corone d’alloro nel cosiddetto Lager di Bologna, il luogo in cui venivano imprigionati i civili e i militari rastrellati nella nostra città prima della deportazione in Germania.

Gli atti di vandalismo depredazione che hanno colpito il Muro dei fucilati non sono una novità; già in passato avevano colpito questo luogo cittadino della memoria. I danneggiamenti di oggi, però, sono stati scoperti questa mattina in occasione di un sopralluogo in preparazione della cerimonia prevista per il 25 febbraio per la commemorazione dei caduti e dei deportati vittime della persecuzione nazifascista, imprigionati tra il 1943 e il 1944 in quello che fu chiamato il Lager di Bologna.

La denuncia proviene da Armando Sarti, segretario del Comitato Unitario Democratico e Antifascista della Bolognina. I laterizi del muro sono stati divelti, e in generale il luogo giace in uno stato di degrado, con cumuli di rifiuti e lastre di cemento abbandonate nell’area. L’area era stata bersagliomolto recentemente di altri atti vandalici; non più di un mese fa, il 26 gennaio (viglia della giornata della memoria) erano stati scoperti altri danni alla statua della “madonna addolorata” che decora il luogo.

Questa voce è stata pubblicata in Cronaca e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Vandalismo e depredazioni al Muro dei fucilati alle Caserme Rosse, Armando Sarti: “siamo senza parole”

  1. Enri ha detto:

    Pubblicato originariamente su Radio Città del Capo mercoledì 23 febbraio 2011.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...