Perché niente è come sembra, perché tutto è qualcos’altro.

La prima legge della termodinamica vale anche per il cinema? Evidentemente sì, o quantomeno per quello di Quentin Tarantino. Che fosse un citazionista assatanato, lo sapevamo già tutti. Che fosse un vero geek dei film di genere, ormai lo sa pure mia mamma che ha passato di slancio i 60. Ma quanti di noi saprebbero riconoscere TUTTE le perle del passato nascoste nei suoi film? Sono sicuro che ben pochi di noi ne sono in grado; per questo i ragazzi di Everything is a remix accorrono in nostro aiuto, e in un video fighissimo e ben montato assemblano tutte le scene e le fonti di citazione: così sapremo come spacciarci per esperti di cinema senza doverci per forza sporcare le mani con tanti film pieni di braccia tagliate e gente spaccata a mezzo con scarpe dotate di lame acuminate: minima spesa, massima resa.

Scherzi a parte, l’idea dietro EIAR è ben altra: denunciare la scarsissima tentenza all’innovazione di sceneggiatori e produttori hollywoodiani:se il 74% dei film recentemente usciti è un remake o un sequel, dov’è finita la vera creatività? Tarantino è sì un citazionista senza rimedio, ma per uno come lui che del vecchio cinema di genere ha fatto una bandiera, quanti registi e sceneggiatori di altri blockbuster che saccheggiano allegramente le vecchie glorie del passato ci sono?

Questa voce è stata pubblicata in postini e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Perché niente è come sembra, perché tutto è qualcos’altro.

  1. Enri ha detto:

    Pubblicato originariamente su Ragoo-nuovo blog Giovedì 3 Febbraio 2011.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...